La costruzione dell’enigma

novembre 19, 2008

A differenza di quanto accade nei parchi italiani, Thorpe Park si sta mobilitando per portare a termine la propria novità 2009, al fine di renderla disponibile a partire dall’inzio della stagione.

Tutti gli occhi, dunque, sono puntati su Saw-The Ride, il nuovissimo Euro-fighter della Gerstlauer, la cui apertura è prevista per il 14/03/2009 (fonte: rcdb).

Nelle foto, pubblicate da projectdylan.co.uk, possiamo vedere lo scheletro della stazione e alcuni scatti che ritraggono il tracciato in tutta la sua gommosità (cit.)


Nessun commento Categories: Coasters update

Piccole mante crescono

novembre 18, 2008

Continuano i lavori per la costruzione di Manta,  nuovo flying coaster firmato B&M.
Nelle foto, pubblicate da themeparkreview.com, possiamo notare che il pretzel loop è stato completato, l’in-line twist anche, e, come se non bastasse, sono comparsi i primi pezzi di tematizzazione.



Nessun commento Categories: Coasters update

Parque de atracciones: ecco le Kunzipagelle

novembre 18, 2008

ABISMO: piccolo e pacioccoso in foto dal vivo è tutta un’altra cosa. Arrivanti al parco con il metro, il “meccanismo” mostra tutta la sua cattiva skyline, con skyloop decisamente più inclinato del previsto.
La vista da sotto risulta micidiale. Questo è il vantaggio dei coaster compatti del resto… se sono al centro del parco te li giri e rigiri, li vedi da sotto, sopra, di lato e per storto. Abismo supera a pieni voti la prova del look decisamente cool.
Anche piuttosto casinista, nonostante la scarsità di rotelle ben strette al binario.
L’X-car è novità un po’ per tutti. Per me per lo meno. Le protezioni alla sequoia stringono oltre modo. Poca speranza di mantenimento one click (per quanto possibile) alla fine dello skyloop dove le g positive ti pressano la barra per ben benino.
La salita è inusuale. Dev’essere quella la sensazione (con le dovute proporzioni) che prova un’astronauta saldamente allacciato al suo seggiolino a Cape Canaveral, pronto per un viaggio spaziale. L’ambizione di abismo è molto minore. Ma se senti l’attacco alla catena che finisce il suo lavoro la macchina inizia a sorprenderti. Rapido lo skyloop in linea ed emozionante la discesa: non si sa dove guardare. troppo storditi per godersi a pieno l’attacco al curvone verso sinistra, ma l’allineamento prima del camelback è armonioso per i sensi. Si entra nell’ X-camelback; X perchè c’è un incognita: Airtime o no? bah… in prima fila si arriva a percepire ejector… sensazione troppo breve per essere paragonata agli sradicatori tanto blasonati. In ultima fila mi ha ricordato le sorprese che ogni tanto donava Silver Star dalle ultime file sul finire delle hill. Curvone verso sinistra… decisamente strano… non descrivibile. Dovrebbe risultare così la primissima parte del launched di europa park in costruzione. Saltino TM un po’ particolare ma molto simpatico. Il rombo delle rotelle si amplifica in stazione e a quel suono ti devi preparare e posizionarti ben saldo al sedile: l’attacco alla catena è degno delle peggiori frenate vekoma. Scendi. Soddisfatto pienamente. Brevino. Ma come ho sempre detto la lunghezza del tracciato non è tutto. In serata aumenta la potenza. E la sorpresa. Avvolgente  7,7 (nella mia classifica generale piomba al 18° posto)

TARANTULA: bel coasterino. Di sicuro non il migliore della sua categoria. Ma si fa rispettare. Decisamente sorprendente nonché avvincente in molti pezzi del tracciato, noioso e banale in altri. Meraviglioso il passaggio nel, chiamiamolo così, tunnel. Ma insignificante il finale. Velenoso voto 7

TORNADO: L’unico coaster che è stato in grado di spaccare totalmente la One click crew. Inizia la battaglia scissionista della crew. E io faccio parte orgogliosamente dei sostenitori di questo coaster. Le motivazioni sono molteplici:
1- I supporti del primo loop
2- i supporti del secondo loop
3- i supporti in generale.
Alla quale si aggiungono fotogenicità e premio stazione più brutta mai vista.
Scherzi a parte è uno di quei coaster in cui è fondamentale la posizione in cui appoggi le tue chiappone.
Su questo coaster più che mai… dietro. La drop diventa divertente, bella secca. Mi ha ricordato quella del Mamba. I loop nella loro inutilità di figura diventano quasi interessanti. Si crea una strana condizione tra hang time e schiacciamento che quasi ricorda il floating (stessa cosa provata sull’eurostar). Non male quindi. Corkscrew passabile con parti intermedie un po’ lentine ma in mezzo agli alberi, quindi godibile. L’elica parte decisamente lenta ma sul finale recupera in aggressività. La variante, ahimè, l’è un po’ inutile. L’intera corsa però non sembra male, fluida, scorre via liscia.
Davanti: scossoni che dietro sembrano ben smorzati si presentano con minima discrezione. Il tracciato è lo stesso, eppure c’è quel qualcosa che manca un po’ ovunque. La drop diventa inutile, i loop parimenti e il resto niente di che, come già erano.
Non mi sento di condannarlo troppo. Del resto è il coaster più sovradimensionato di questo mondo. Un po’ di rispetto che cazzo!
Insopportabile il fatto che per girare il treno debba essere pieno o quasi.
Antisismico,  voto 7 (26esima posizione. batte millennium force per intenderci)

Testi tratti dal forum di theparks.it

Nessun commento Categories: Kunzipagelle

Fireball: speriamo che il nome non porti sfiga…

novembre 17, 2008

Themeparkreview.com ha pubblicato un update relativo a Fireball, wooden coaster firmato dai designer della The Gravity Group (gli stessi di Voyage, per intenderci).

Il coaster, che avrà l’onore di essere il primo wooden costruito su terrirorio cinese, aprirà nel 2009, in concomitanza con l’apertura del parco nel quale è ubicato.


Nessun commento Categories: Coasters update

Mani su… per il pretzel loop!

novembre 15, 2008

Continua la costruzione di Manta, flying coaster della B&M che sorgerà all’interno del SeaWorld di Orlando.
Il sito Johnnyupsidedown.com ha pubblicato delle nuove foto relative alla costruzione del pretzel loop.

Nessun commento Categories: Coasters update

Enjoy your ride!

novembre 13, 2008

Oh ma… è un video? (cit.)
No, è il blog dedicato alla One click crew, la famigerata cricca dalle protezioni larghe.
Il blog fungerà da contenitore di notizie, recensioni, esperienze e, in generale, di tutto quel che ruota intorno al mondo dei roller coasters.
Inoltre, cercheremo di conoscere meglio gli appasionati di quest’ultimi, cercando di capire i motivi che ci spingono a viaggiare, fisicamente o con la mente, alla ricerca delle sensazioni che queste macchine riescono a regalarci.

Pronti? Allora…

Sit back, hold on and enjoy your ride!

5 Comments Categories: Un loop d'inutilità